I PORTICI DI “MAMMA BOLOGNA”

da | Feb 9, 2022 | BOLOGNA, TURISMO CULTURALE, VISITE GUIDATE

BOLOGNA E I SUOI PORTICI UNESCO

​Bologna è i suoi Portici. Nessun altro binomio è così forte e identitario come la presenza dei portici nel capoluogo emiliano!

38 km di Portici si snodano nel centro storico di Bologna mentre fuori dalle antiche mura cittadine altri 12 km accompagnano i bolognesi nella loro vita quotidiana; con un totale di quasi 53 km di arcate Bologna si conquista così il primato mondiale di città porticata!

La storia delle arcate bolognesi si perde nei secoli addietro: la prima menzione risale agli inizi del Medioevo quando la città viveva un periodo di grande popolamento grazie agli studenti dello Studio e ai migranti dalle campagna in cerca di miglior vita.   Urgente era la necessità di nuovo spazio e i bolognesi modificano il primo piano delle case allargandone il solaio verso l’esterno sorretto dall’ampliamento delle travi portanti interne. Nascono così gli “sporti” che pian piano acquisiscono dimensioni sempre più notevoli fino ad arrivare ai “beccadelli”, le prime profonde sporgenze esterne rette tramite nuove colonne apposite. Nonostante gli incendi vari, le trasformazioni urbanistiche e i disastri della Seconda Guerra Mondiale  alcuni di questi antichi e storici Portici sono sopravvissuti e son ancora ben visibili e utilizzati.

Nel 1200 il Comune cittadino, stanco dei vari incendi e distruzioni, obbliga gli abitanti a una rapida trasformazione dei loro Porticati: dal legno al mattone, un materiale più resistente e facilmente reperibile grazie all’argilla dei Colli attorno. E così Bologna cambia volto, diventando  la famosa “Rossa” città.

Abbiamo parlato di un vero e proprio primato cittadino legato ai Portici, non solo per la loro notevole estensione, quindi possiamo orgogliosamente dire che a Bologna:

  • Esiste il Portico più lungo al Mondo: il magnifico porticato di San Luca che collega la città (partendo da Piazza Maggiore) al Santuario sul Colle della Guardia tramite 669 arcate e ben 3,796 km
  • Il Portico più stretto è largo solamente 95 cm
  • Il Portico più largo appartiene alla stupenda Chiesa di Santa Maria dei Servi, è stato costruito dallo stesso architetto di San Petronio e compare nel film di Pier Paolo Pasolini “L’Edipo Re” come omaggio alla sua città natale.
  • Il Portico è privato, ma l’uso è pubblico; una antica forma di democrazia emiliana.
  • I Portici non sono solo antichi, ma continuano a esser costruiti anche nel Dopoguerra

I Portici sono la vera anima di Bologna e questo profondo legame ne ha permesso l’inserimento nella lista del Patrimonio Mondiale UNESCO a luglio 2021! Un riconoscimento a lungo desiderato e che ha reso tutti i bolognesi (ancora di più!) fieri della propria identità!

<a href="https://iviaggisenzafiltro.it/" target="_blank">I Viaggi Senza Filtro</a>

I Viaggi Senza Filtro

Linda e Martino

Martino: laureato in scienze politiche, sono entrato nel mondo del turismo 22 anni fa, spinto dalla curiosità e passione per i paesi e le loro culture. Continuo questo mestiere con professionalità, con lo stesso spirito e la stessa dedizione di prima, perché riuscire a rendere un viaggio indimenticabile ed emozionante, dopo tanti anni, è ancora la soddisfazione più grande. Vivo e lavoro a Bologna, la città che amo e che conosco come le mie tasche! Linda: Veneta di nascita, ma da oltre dieci anni emiliana per scelta, prima a Ferrara e ora stabilmente a Bologna. Ho conseguito la Laurea in “Scienze del Turismo Culturale” presso l’Università di Ferrara e in seguito ho ottenuto la specializzazione in “Storia dell’Arte” all’Università di Bologna. Dal 2013 sono guida e accompagnatrice turistica abilitata in italiano e tedesco, ma lavoro nel turismo da oltre un decennio come agente di viaggi. Attraverso l’attività di guida mi impegno per valorizzare il nostro straordinario patrimonio culturale.